martedì 9 settembre 2014

Atto Senato Interrogazione a risposta scritta 4-02648 presentata da MAURIZIO BUCCARELLA giovedì 4 settembre 2014, seduta n.306 BUCCARELLA, SCIBONA, AIROLA, CIOFFI, SANTANGELO, MOLINARI, DONNO - Al Ministro dell'interno - Premesso che:..la platea degli agenti interessati, perché venuti direttamente in contatto con gli immigrati senza adeguate tutele e profilassi, è di circa 50.000 unità;..



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-02648
presentata da
MAURIZIO BUCCARELLA
giovedì 4 settembre 2014, seduta n.306
BUCCARELLA, SCIBONA, AIROLA, CIOFFI, SANTANGELO, MOLINARI, DONNO - Al Ministro dell'interno - Premesso che:
si apprende da fonti di stampa ("Il Fatto Quotidiano" dell'8 agosto 2014) e da allarmanti denunce del sindacato di polizia CONSAP (Confederazione sindacale autonoma di polizia) della grave situazione che si sta verificando tra le forze di polizia impegnate nella prima accoglienza degli immigrati nell'ambito dell'operazione "Mare nostrum";
il CONSAP denuncia che su mille accertamenti effettuati, in ben 40 casi si è evidenziato un contagio da tubercolosi tra gli operanti delle forze di polizia;
considerato che:
la platea degli agenti interessati, perché venuti direttamente in contatto con gli immigrati senza adeguate tutele e profilassi, è di circa 50.000 unità;
solo il giorno 7 agosto 2014 il Ministero dell'interno ha provveduto ad emanare una circolare riguardante i comportamenti da adottare nelle fasi di primo contatto con gli immigrati al fine di prestare assistenza, nonostante i primi casi accertati di contagio si riferissero all'inizio del mese di giugno 2014;
gli strumenti di profilassi e i mezzi di protezione degli agenti impiegati sono, all'evidenza, inefficaci essendo costituiti, allo stato, da una mascherina priva di filtri e guanti di lattice, così come denunciato dal sindacato CONSAP;
i controlli effettuati a bordo delle navi su cui viaggiano gli immigrati sono insufficienti risultando, ad oggi, il rapporto di un solo medico ogni 1.000 persone;
il rischio di contagio non interessa solo le forze dipolizia che vengono in contatto nell'immediatezza degli sbarchi con gli immigrati, ma l'intera popolazione in quanto questi ultimi vengono smistati in tutto il territorio nazionale con gli autobus;
anche il sindaco della città di Roma ha lamentato la mancanza di preavviso e l'impossibilità conseguente di predisporre servizi di profilassi e assistenza sanitaria, con missiva inviata, già nel mese di giugno 2014, al Ministro in indirizzo,
si chiede di sapere:
se il Ministro in indirizzo sia a conoscenza della situazione esposta;
se intenda rendere noto quale sia la reale ed effettiva portata del problema denunciato;
quali strumenti di profilassi e tutela degli operanti delle forze dell'ordine siano ad oggi adottati e quali strumenti aggiuntivi di profilassi e tutela intenda assumere;
quali siano i motivi per cui le forze di polizia e gli altri operatori di prima accoglienza non sono dotati degli stessi mezzi e strumenti in dotazione alla Marina militare italiana, efficaci ad evitare il contagio anche in caso di contatto con soggetti infetti.
(4-02648)