Translate

mercoledì 6 dicembre 2017

MO: ARCIVESCOVO ORTODOSSO DI GERUSALEMME, E' CAPITALE DELLA PALESTINA =


MO: ARCIVESCOVO ORTODOSSO DI GERUSALEMME, E' CAPITALE DELLA PALESTINA =

mossa Trump conferma posizioni ostili contro il nostro popolo e la sua causa da parte degli Usa Gerusalemme, 6 dic. (AdnKronos/Aki) - "L'annuncio statunitense su Gerusalemme capitale d'Israele non modificherà lo status della nostra Città Santa, che noi consideriamo capitale spirituale e nazionale del nostro popolo palestinese". Parola dell'arcivescovo greco-cattolico di Gerusalemme, Atallah Hanna. "Gerusalemme è la capitale della Palestina e la posizione ostile degli Usa non farà altro che renderci ancor più attaccati alla Città Santa", afferma Hanna in alcune dichiarazioni inviate ad Aki-Adnkronos international, sottolineando allo stesso tempo che "questo annuncio non ci stupirà". La mossa di Trump, infatti, non farà altro che "confermare le posizioni ostili contro il nostro popolo e la sua causa giusta da parte delle amministrazioni Usa che si sono susseguite nel tempo". L'arcivescovo Hanna sottolinea come "da molti anni abbiamo notato la totale inclinazione Usa verso Israele", precisando che l'eventuale passo statunitense "rispetto a Gerusalemme non farà altro che aumentare la fedeltà di noi palestinesi verso la nostra Città Santa". (segue) (Arf/AdnKronos) ISSN 2465 - 1222 06-DIC-17 11:34 NNNN
MO: ARCIVESCOVO ORTODOSSO DI GERUSALEMME, E' CAPITALE DELLA PALESTINA (2) =

appello al Papa perche' si esprima contro questa posizione americana (AdnKronos/Aki) - Ma l'annuncio americano, qualora si concretizzasse, sarebbe anche "uno schiaffo a tutti gli amici degli Stati Uniti che hanno puntato sulle sue posizioni, soprattutto nella nostra regione araba e sarà interpretato come un passo ostile", che "non aiuterà a realizzare la giustizia e la pace nella regione, poiché la pace non si realizza ignorando i diritti dei palestinesi e agendo in modo da liquidarne la causa", afferma Hanna. "I palestinesi - assicura - continueranno a rivendicare Gerusalemme per quanto forti possano essere le pressioni americane e continueranno a lottare fino a che tutte le loro aspettative, speranze e aspirazioni nazionali non saranno realizzate". Hanna lancia quindi un appello "alle autorità islamiche nel mondo a mobilitarsi a favore di Gerusalemme", ma anche "a papa Francesco e a tutte le autorità spirituali cristiane, ortodosse, cattoliche e anglicane, e a quelle ecclesiastiche affinché si esprimano contro questa posizione Usa". (Arf/AdnKronos) ISSN 2465 - 1222 06-DIC-17 11:34 NNNN